antifurto wireless
antifurto wireless

La sicurezza imprigionata da un filo

Sono tante le ragioni che inducono l’uomo verso la ricerca della sicurezza, complessivamente intesa è chiaro, nella sua più nobile accezione.

Sin dagli albori dell’umanità infatti l’uomo, al calar delle tenebre cercava di evitare di dover dormire allo scoperto, o quantomeno, sul terreno alla mercè di fiere o altri aggressori di varia natura.

Egli cominciò, così per caso, a dare corretta applicazione a quegli impulsi che il proprio istinto di sopravvivenza prima e di responsabilità verso il proprio nucleo famigliare poi, gli consigliavano di fare.

Cercava così una grotta con un unico accesso, magari più facile da controllare nelle cui prossimità magari di notte teneva acceso un fuoco, avendo appreso che questo semplice presidio poteva tenere lontani gli animali pericolosi.

Quanto erano lontani quei tempi e quanto primordiali oggi appaiono gli strumenti impiegati per difendere la propria sicurezza e quella dei propri cari.

L’evoluzione di questa ricerca di sicurezza ha poi seguito l’uomo in tutte le ere, dal Medioevo con offendicula di ogni genere, usate per respingere gli aggressori, ai giorni nostri, sempre alla ricerca spasmodica di strumenti sempre più evoluti che installati possano garantire sonni tranquilli.

Chissà cosa avrebbe pensato il nostro uomo delle caverne di fronte ad un antifurto wireless?

Certo, non sarebbe stato facile far comprendere la portata innovativa di cotante evoluzione nel settore della sicurezza domestica.

Ma ancor oggi, non tutti hanno perfettamente chiaro il prefetto funzionamento di queste apparecchiature, in grado di comunicare tra loro senza bisogno di collegamenti filari di alcun genere.

Spesso, ancor oggi si è indotti a credere che, per essere affidabile uno strumento od un’apparecchiatura elettronica debba necessariamente connessa con fili, senza rendersi conto che strumenti come le onde radio o gli infrarossi rendono perfettamente possibile il dialogo tra queste senza alcun bisogno di connessioni di tipo filare.

Questa innovazione, tra l’altro, all’apparenza facilmente accecabile, magari con onde radio sulla stessa frequenza, sono tra l’altro dotate di presidi eccezionali come frequenze di funzionamento che cambiano in continuazione anti jumping che ne impediscono l’accecamento.

Bisogna quindi affidarsi con estrema fiducia a questa nuova tipologia di impianti di allarme, la cui affidabilità è stata ampiamente dimostrata e lo è tutt’oggi dagli elevatissimi numeri di vendita relativi ai prodotti di specie, segnale inequivocabile della risposta del popolo dei consumatori.

Cosa aggiungere allora, cari amici lettori? Ah si forse dimenticavamo il più banale degli aspetti…..non esiste più la necessità di sfondare mezza casa per fare le tracce nei muri al fine di ospitare cavi che non ci sono più……...sembra poco?


Blueconsultants.it è un blog italiano gratuito, REGISTRATI GRATUITAMENTE!