Trattamento termico di distensione
Trattamento termico di distensione

Trattamento termico di distensione

Perché il trattamento termico?

L’acciaio è in genere definito non soltanto dalla sua composizione ma anche dallo stato del trattamento in cui si trova e che ne definisce le caratteristiche in termini di proprietà meccaniche o tecnologiche influenzandone anche la resistenza alla corrosione. Questo avviene perché il trattamento termico modifica le strutture cristalline dell’acciaio stesso sottoponendolo ad un ciclo di riscaldamenti a temperature controllate e successivi raffreddamenti con tempistiche rigorose. Il ciclo di riscaldamento e successivo raffreddamento è in genere molto lento per consentire al metallo di raggiungere lo stato di equilibrio ad ogni temperatura e valutare in tal modo gli effetti del procedimento.

Trattamento termico di distensione

Segue in genere il trattamento di tempra, che consente di conferire agli acciai il massimo livello di resistenza meccanica e durezza. La distensione segue la tempra e consente di rendere il materiale omogeneo dandogli equilibrio. La distensione può essere eseguita a diverse temperature: più la temperatura sarà alta minore sarà la resistenza dell’acciaio alla trazione. La modalità di esecuzione dipende pertanto dal risultato finale che si desidera ottenere.

Modalità di esecuzione

In genere i trattamenti termici di distensione viene eseguito in forno, pertanto sull’intero pezzo da trattare, è possibile in alcuni siti eseguire un trattamento termico localizzato in un area isolata. La Centrotest ad esempio fornisce questo tipo di servizio tramite l’applicazione di resistenze elettriche a contatto, che trasmettono il calore solo nella zona che si vuole sottoporre a distensione. È possibile saperne di più sul sito www.centrotest.com.

Apparecchiature

Per il trattamento eseguito in forno vengono utilizzati forni di diverse dimensioni e tipologia a seconda delle dimensioni del pezzo che si desidera sottoporre al trattamento e della temperatura che si vuole raggiungere. Più complesso invece la distensione localizzata. Presso la Centrotest vengono utilizzate le seguenti apparecchiature: AEC R6PV, AEC R6 BT 1000, TECMA XS160NJ, AEC RI 130 (a induzione).

Monitoraggio e certificazioni

Il trattamento termico deve avvenire con cambi di temperatura e tempistiche strettamente controllati che influiscono sulla struttura finale ottenuta, ad esempio transizioni troppo rapide dal caldo al freddo potrebbero dare vita a costituenti metastabili. Al termine dell’operazione inoltre deve essere rilasciato il relativo diagramma di stato (diagramma ferro-carbonio) e certificazione del trattamento eseguito.


Blueconsultants.it è un blog italiano gratuito, REGISTRATI GRATUITAMENTE!